MODELLO 720 PRIMA DICHIARAZIONE DA FARE QUANDO TI TRASFERISCI IN SPAGNA E ALLE CANARIE

Francesco Jr De Liso

Gennaio 11, 2023

  Il modello 720 è un modello fiscale utilizzato in Spagna per la dichiarazione dei beni e delle attività detenuti all’estero. Si tratta di un obbligo per i residenti in Spagna che possiedono beni o attività all’estero che superano determinati limiti di valore. Il modello 720 deve essere presentato annualmente entro il 31 marzo dell’anno successivo e si riferisce alle informazioni rilevanti dell’anno solare precedente.

commercialista canarie modello 720

A che serve il modello 720?

In generale, l’obiettivo del modello 720 è quello di garantire che i contribuenti spagnoli ed i residenti in Spagna dichiarino e paghino le tasse dovute sui loro beni e attività all’estero, in modo da evitare il “nascondimento” di reddito e di proprietà all’estero per evadere le tasse.

Inoltre, questo modello è stato creato con l’obiettivo di contrastare la ricchezza detenuta all’estero che non è dichiarata ai fini fiscali in Spagna e di raccogliere informazioni su tali beni e attività.

Cosa va dichiarato con il modello 720?

Il modello 720 richiede ai contribuenti di dichiarare i seguenti beni e attività detenuti all’estero:

  • Conti correnti e depositi in valuta estera
  • Titoli esteri e azioni estere
  • Beni immobili all’estero
  • Altri beni, come barche, aeromobili e proprietà intellettuali
  • Società controllate o partecipate all’estero
  • Obbligazioni e titoli di credito emessi da enti esteri

Per ciascuno di questi beni ed attività, i contribuenti devono fornire informazioni dettagliate, come il valore, la data di acquisizione e la posizione geografica.

Inoltre, i contribuenti devono dichiarare le loro partecipazioni in società controllate o partecipate all’estero e fornire informazioni sulle società stesse, come il nome, l’indirizzo e la natura dell’attività.

Infine, i contribuenti devono dichiarare se hanno avuto interessi finanziari nell’anno solare considerato, in società estere, soggette ad imposizione fiscale diversa dalla spagnola e con un valore maggiore di 1.000.000 € al 31 dicembre dell’anno considerato

E’ importante notare che non tutti i beni e le attività all’estero devono essere dichiarati nel modello 720, ma solo quelli che superano i limiti di valore stabiliti dalla legge e quindi di 50.000,00€.

Sanzioni per non presentare il modello 720 in Spagna

Le sanzioni per non presentare il modello 720 o per presentarlo in ritardo possono essere amministrative e penali.

Per quanto riguarda le sanzioni amministrative, l’Agenzia delle Entrate spagnola può sanzionare i contribuenti con multe che variano in base alla gravità dell’infrazione. Ad esempio, le sanzioni possono andare da un minimo di € 500 per la presentazione tardiva del modello 720 fino a un massimo di € 60.000 per il mancato invio del modello 720 o per la presentazione di informazioni false o incomplete.

Per quanto riguarda le sanzioni penali, il mancato invio del modello 720 o la presentazione di informazioni false o incomplete può anche essere considerato un reato fiscale in Spagna. Questo può comportare una multa e/o una pena detentiva.

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate può aprire un’indagine fiscale per verificare se i contribuenti hanno pagato le tasse dovute sui loro beni e attività all’estero, e se necessario, emettere un avviso di rettifica per qualsiasi tassa non pagata.

Per evitare sanzioni, è importante che i contribuenti spagnoli che possiedono beni o attività all’estero che superano i limiti di valore stabiliti dalla legge, presentino il modello 720 entro la data di scadenza prevista e forniscano informazioni complete e accurate.

La Corte di giustizia dell’Unione Europea ed il modello 720

Il Modello 720 è stato sottoposto a diverse critiche da parte degli esperti fiscali e di alcuni contribuenti, perché ritengono che possa violare i principi di non discriminazione e di parità di trattamento previsti dalla normativa fiscale dell’Unione Europea. 

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea (CJEU) si è espressa su alcune questioni relative al modello 720, in particolare sulla sua compatibilità con i principi di non discriminazione e di parità di trattamento previsti dalla normativa fiscale dell’Unione Europea. Nello specifico, l’organismo europeo ha stabilito che l’obbligo di presentare il modello 720 per i contribuenti spagnoli non viola i principi di non discriminazione e di parità di trattamento, in quanto l’obiettivo perseguito dalla normativa spagnola – ovvero garantire che i contribuenti dichiarino e paghino le tasse dovute sui loro beni e attività all’estero – è legittimo.

Inoltre la Corte ha stabilito che non è necessaria una correlazione stretta tra la sanzione prevista per il mancato invio del modello 720 e l’importo delle tasse evase, in quanto l’obiettivo perseguito dalla sanzione è quello di garantire l’efficacia dell’adempimento degli obblighi dichiarativi.

E’ importante notare comunque che questo modello è oggetto di continua evoluzione e modifica da parte del legislatore spagnolo e quindi è sempre opportuno verificare la normativa vigente per evitare di incorrere in sanzioni.

La buona notizia è che il sistema sanzionatorio previsto per la mancata presentazione del modello 720 è stato dichiarato illegittimo e le sanzioni sono state alleggerite notevolmente. 

0
Would love your thoughts, please comment.x
× Contattaci